Caso circolo didattico Piano Gesù, Abbate: “Nessun accorpamento”

Caso circolo didattico Piano Gesù, Abbate: “Nessun accorpamento”

L’anno scolastico si è chiuso ma c’è già preoccupazione per il futuro assetto delle scuole dell’obbligo. Il circolo didattico di Piano Gesù rischia infatti l’accorpamento con un altro istituto, visto che è sottodimensionato rispetto ai numeri minimi (6.000 alunni) per mantenere l’autonomia. Si ripete quindi la storia della media De Amicis, sempre di Modica Alta, a suo tempo accorpata alla Amore di Frigintini. La scure dei tagli colpisce ancora, così come è successo già con l’accorpamento anche di istituti superiori come Liceo Classico ed Artistico. Il caso del circolo didattico Piano Gesù è stato sollevato dai genitori e ripreso in una nota del Pd che ha chiesto all’amministrazione una strategia per impedire l’accorpamento e soprattutto elaborare un piano credibile per l’assetto futuro delle scuole dell’obbligo in città.

Da parte sua il sindaco Ignazio Abbate ha già incontrato i sindacati ed incontrerà a breve i dirigenti scolastici per elaborare un piano. L’amministrazione punta ad avere, dall’anno scolastico dal 2020-2021, 5 poli scolastici, 2 al quartiere S. Cuore, uno in centro storico, uno a Modica Alta ed uno a Frigintini. Una delibera in tal senso, come ricorda il consigliere Alessio Ruffino, è stata votata nel 2018, e da quella bisognerà ripartire. Il sindaco, nel frattempo, ha rassicurato tutti: dal prossimo anno scolastico ci sarà una deroga per il circolo Piano Gesù e nessun accorpamento entrerà in vigore.