Modicano “sommerso” da inerti si rivolge all’ufficio ecologia ma…

Modicano “sommerso” da inerti si rivolge all’ufficio ecologia ma…

Un solerte cittadino modicano si ritrova il proprio terreno nelle campagne di Modica “sommerso” da un ingente quantitativo di inerti e materiale di risulta edile scaricato abusivamente dai soliti incivili. L’uomo, benché adirato, non si perde d’animo, ripulisce l’area e smaltisce correttamente tutto a sue spese, prendendo appuntamento con l’ufficio ecologia per il conferimento del materiale ma, nel giorno concordato, trova i cancelli chiusi! E’ quanto denunciato alla nostra redazione dallo stesso protagonista, suo malgrado, di un episodio capitato anche ad altri cittadini. In tanti, per esigenze analoghe, avevano preso appuntamento con l’ufficio ecologia per conferire, tramite camion pagati dagli stessi contribuenti, il materiale di risulta. Tutti, come specificato al telefono dall’impiegato di turno, dovevano presentarsi domenica 2 giugno, nella sede dell’ufficio ecologia della zona industriale di contrada Michelica (foto), dalle 9 alle 13.

Solitamente il ritiro del materiale avviene a domicilio, previo appuntamento, da parte degli addetti comunali con i propri mezzi in dotazione, ma, dati i tempi non proprio brevissimi delle operazione per via delle tante richieste da evadere, il cittadino in questione (ed altri come lui) aveva deciso di provvedere da sé, a sue spese, ma, una volta presentatosi nella zona industriale a mezzogiorno, ha trovato i cancelli chiusi. Nelle sue stesse condizioni si sono trovati anche un’altra signora di Modica, che aveva a sua volta pagato di tasca propria il mezzo pesante per il conferimento, e un altro cittadino.

Pare che proprio questa domenica mattina nessun dipendente si fosse presentato in sede. Ipotizziamo per via della concomitanza con la Festa della Repubblica, di cui magari al telefono, chi aveva a suo tempo concordato l’appuntamento con i cittadini proprio per quel giorno, si era completamente dimenticato. Fatto sta che tutti se ne sono dovuti tornare a casa con i camion carichi di materiale di risulta da smaltire, con tutti i disagi (e la rabbia) del caso. Buona Festa della Repubblica a tutti!