“Terrorismo mediatico” sulla differenziata a Modica: denuncia per una fake news

“Terrorismo mediatico” sulla differenziata a Modica: denuncia per una fake news

“Un fatto gravissimo quello costituito dall’atto di terrorismo mediatico volto a screditare il lavoro degli operatori ecologici, dell’ufficio ecologia e di tutta l’Amministrazione Comunale. Un atto nei confronti del quale non resteremo a guardare ma adotteremo tutte le iniziative necessarie per salvaguardare la nostra immagine nelle sedi opportune”. Così l’Assessore all’Ecologia, Pietro Lorefice, commentando la foto pubblicata da un cittadino modicano, dove si distorce la realtà dei fatti, mostrando una squadra di operatori ecologici intenti a versare in un unico compattatore due mastelli, uno giallo della plastica ed uno verde. “Il cittadino – si legge nella nota del comune di Modica – insinua che vengano mischiati rifiuti di origine diversa lasciando intendere come sia inutile fare la raccolta differenziata. Peccato che, preso dalla foga di pubblicare il suo “scoop” personale, abbia dimenticato di controllare il mastello verde incriminato. Avrebbe notato chiaramente come in cima e frontalmente campeggiava un bell’adesivo (nella foto sopra) per spiegare che tale contenitore era stato posizionato proprio in aggiunta a quello giallo della plastica per aumentare la capacità di raccolta”.

“Purtroppo in un’epoca in cui le fake news viaggiano veloci sulla rete e dove il confine tra realtà e finzione è sottilissimo, dobbiamo cercare di proteggere la verità con ogni mezzo. Migliaia di modicani hanno visto tale foto credendo effettivamente a quello che il suo autore voleva far credere. Un danno di immagine notevole per il quale chiederemo conto e ragione nelle sedi opportune avendo già acquisito il materiale. La differenziata, lo ribadiamo ancora una volta, tra mille difficoltà – conclude l’assessore Lorefice – ha raggiunto un buon livello che miglioreremo ancora grazie al lavoro di tutti”.