“Panchina libro” dedicata a Salvatore Quasimodo in piazza Amerigo Vespucci a Punta Secca

“Panchina libro” dedicata a Salvatore Quasimodo in piazza Amerigo Vespucci a Punta Secca

Una “panchina libro” è stata dedicata a Salvatore Quasimodo nella Piazza Amerigo Vespucci di Punta Secca. La panchina, donata da una nota azienda modicana, è stata posta in un luogo di grande attrazione turistica per via della casa dove sono girate le scene del Commissario Montalbano. Insieme alla panchina-libro anche una stelle sulla quale è stata scolpita la lirica “Ed è subito sera” del Nobel modicano. L’iniziativa è stata voluta in occasione della rassegna letteraria Libri d’aMare in occasione del 60° anniversario del conferimento del Premio Nobel per la Letteratura. Il progetto panchine letterarie, sulla scia di iniziative simili in Italia e all’estero, mira a celebrare la grandezza di alcuni autori siciliani con la posa di questi manufatti a forma di libro sulla costa iblea. Presente per l’occasione il figlio el Nobel, Alessandro Quasimodo, che ha espresso la sua gratitudine per il ricordo e per la sensisibilità degli organizzatori. Tra i presenti anche il sindaco di Santa Croce Giovanni Barone, alcuni rappresentanti dell’amministrazione, le socie della associazione Prosepina che gestisce il Museo casa natale Salvatore Quasimodo con il presidente del Consiglio comunale di Modica Carmela Minioto.

Dice Domenico Occhipinti, direttore editoriale di Libri d’aMare “La rassegna festeggerà nella prima metà di agosto il quinto anno di vita e per una occasione del genere abbiamo pensato che celebrare i grandi autori di casa nostra sarebbe stato un modo ulteriore per offrire spunti culturali. Facendolo attraverso una installazione di pregio che resta comunque fruibile come panchina era il modo più consono e naturale per farlo nella nostra borgata. Il 60mo anniversario del Nobel di Quasimodo, i cento anni dalla nascita di Gesualdo Bufalino nel 2020 e i cento da quella di Leonardo Sciascia nel 2021 sono gli appuntamenti che ci aspettano. La panca-libro è patrimonio di tutti, rappresenta un inno alla poesia, alla cultura, al genio del poeta modicano”.