La sezione Finanza Locale vuole chiarimenti sul piano di riequilibrio

La sezione Finanza Locale vuole chiarimenti sul piano di riequilibrio

Quindici domande sul Piano di Riequilibrio: la sezione Finanza Locale del Ministero dell’Interno ha chiesto chiarimenti per verificare se l’amministrazione ha adottato tutte le misure necessarie per porre il bilancio in equilibrio. Il Ministero ha chiesto al Collegio dei Revisori di esprimere le proprie valutazioni sulla consistenza della massa passiva, al responsabile del servizio finanziario attestazioni sul rispetto dei vincoli di cassa e sulle anticipazioni di tesoreria, sull’utilizzo di fondi vincolati, ed relazione sulla capacità di riscossione. Altro punto delicato è l’elenco dei debiti fuori bilancio al fine di “ricondurre la rimodulazione del piano al pieno rispetto del dettato normativo”. I funzionari ministeriali hanno quindi chiesto “Il puntuale ed esaustivo riscontro alla richiesta di informazioni e integrazioni”. L’approvazione del Piano di Riequilibrio resta di conseguenza al momento sospesa, in attesa che vengano chiarite le questioni più controverse. Tra queste c’è anche l’eccessiva anticipazione di cassa presso la banca tesoriere dell’ente. Mentre alla fine di dicembre l’anticipazione risultava di quasi 18 milioni e mezzo l’amministrazione ha pensato di elevarla nel 2019 a ben 27 milioni per far fronte a impegni di spesa corrente ma che comporterà l’esborso di interessi consistenti.