Migliorano le percentuali di raccolta differenziata in Sicilia: Monterosso Almo è nella top ten

Migliorano le percentuali di raccolta differenziata in Sicilia: Monterosso Almo è nella top ten

Le percentuali di raccolta differenziata in Sicilia migliorano. Il balzo in avanti è di 10 punti percentuali visto che al 31 dicembre del 2018 il dato è del 31,3%. Ci sono comuni molto virtuosi e tra questi nella top ten c’è anche Monterosso Almo dove la differenziata tocca il 78,6%. Il comune dove si differenzia di più è S. Giuseppe Iato nel Palermitano con l’82,9, seguito da Rometta ((82,7), Zafferana( 82,1), Licodia Eubea e Prizzi (80,7), Giardinello (80,3), S. Michele di Ganzaria( 79,6, S, Cipirello (79,4) e Sambuca di Sicilia (78,8). Ben 110 comuni su 390 sono comunque al di sopra della soglia del 60% che la Regione indica come target da raggiungere nei prossimi anni. Resistono molte città, soprattutto i grandi centri dove la soglia è al di sotto del 30%. Tra queste le città metropolitane, Palermo, Catania e Messina, tutte agli ultimi 20 posti. La maglia nera è invece Bolognetta nel Palermitano con appena il 7%.

L’assessore regionale all’Energia e Servizi di pubblica utilità Alberto Pierobon commenta i dati pubblicati sul sito del Dipartimento regionale Acque e rifiuti “Con un grande sforzo, governo regionale e Comuni stanno riuscendo a sensibilizzare la popolazione per effettuare una buona raccolta differenziata – e col potenziamento del servizio nelle grandi città il risultato regionale è destinato a crescere sensibilmente”. Oggi la Sicilia produce circa 300mila tonnellate l’anno di organico e sono attivi 13 impianti di compostaggio che possono trattare 327.231 tonnellate di umido. Dice l’assessore: “Una quantità sufficiente, di certo al limite del fabbisogno a causa di ritardi del passato, ma il quadro è in continua evoluzione.