Legalità e sport protagonisti alla scuola San Biagio

Il progetto «Sport benessere all’aria aperta tra i sapori e i profumi d’Italia porta 35 mila euro all’ Istituto San Biagio. La scuola si è classificata al primo posto vincendo un bando nazionale dal titolo «Promozione della pratica sportiva» grazie anche alla collaborazione con il Vittoria Rugby di Paolo Fuggetta.

Il «San Biagio» ed il Vittoria Rugby hanno presentato un progetto sviluppato in due fasi. La prima con attività di fitness presso la Villa Comunale, dove, grazie ai fondi stanziati, verranno installate nuove attrezzature ginniche destinate al permanente utilizzo dell’intera collettività cittadina. In secondo luogo, con la ristrutturazione dello stesso Istituto (nelle sue parti più precarie) e la costruzione di uno spazio coperto all’interno dello stadio «G. Cosimo» di Vittoria destinato alle attività scolastiche-motorie della scuola. A testimonianza dell’importante traguardo, l’Istituto parteciperà insieme ai suoi alunni all’evento «Eco-Trail Val d’Ippari» in occasione della giornata «Mano nella mano genitore e alunno insieme» previsto alla Villa comunale domenica 17

A determinare la positiva valutazione del Ministero dell’Istruzione, la seconda parte dell’idea sportiva, ovvero «la fase Rugby». A spiegarlo meglio è il coordinatore dell’intero progetto per conto del San Biagio, Paolo Fuggetta: «Prima l’affiliazione dell’Istituto alla Federazione Rugbistica FIR – dichiara – subito dopo la costituzione di due squadre under 12 in categoria mista. Da qui l’inserimento dei ragazzi al «Trofeo Città di Rieti» con un gemellaggio sportivo Rieti-Vittoria in programma sabato 23 febbraio (in campo la formazione mista e la prima squadra di serie C) per poi recarsi la domenica seguente allo stadio Olimpico di Roma durante il pre-partita di Italia – Irlanda valevole per il Sei Nazioni. I nostri bambini avranno l’opportunità di partecipare in campo durante i cerimoniali pre-partita della Nazionale italiana e irlandese, per un’esperienza che rimarrà loro indimenticabile».

Ma c’è un messaggio che il trio di coordinatori, composto oltre che da Fuggetta anche dalla dirigente della scuola, Antonia Maria Vaccarello, e dalla tutor Sara Traina, intende manifestare a gran voce: «In un momento così difficile per la nostra città – dichiarano i responsabili – Vittoria reagisce attraverso il mondo della scuola. Nonostante l’ombra della mafia getti nello sconforto il nostro territorio, la scuola non si arrende e tenta il riscatto sociale attraverso i preziosi e sani valori dello sport. Con questo successo nazionale l’istituto S. Biagio cercherà di trasmettere anche a Roma, con i suoi giovanissimi alunni, i valori e principi della legalità».