Comiso piange Aldo Spampinato, pittore raffinato

La città ha dato l’ultimo saluto a Gesualdo Spampinato (foto) nella chiesa del S. Cuore. Docente di Discipline Pittoriche, 74 anni, originario di Palazzolo Acreide, "Aldo" Spampinato, ha eletto la città come sua residenza già dal 1948 avendo studiato ed essendosi formato presso l’Istituto d’arte. Gesualdo Spampinato aveva iniziato giovanissimo a esporre nel 1962 a Roma e nel 1963 a Messina. Da quel momento si sono susseguite a ritmo serrato le esposizioni, o collettive o personali, in Italia e nel mondo.

Raffinato pittore figurativo aveva trattato anche temi sociali e politici di forte impatto emotivo, come la personale a Tokio e a Hiroshima, nel 1988, in occasione della Conferenza mondiale per la Pace. Dal 2006 aveva partecipato con il collettivo BAI a mostre itineranti in tutta Italia. «Aldo» Spampinato è ricordato anche come promotore di cultura, attento ai giovani ed alle loro ansie. Nelle sue tele ha trattato temi come l’immigrazione ed i drammi ad essa legati con una mano lieve e senza mai scadere nell’ovvio.