Esami di maturità al via per mezzo milione di studenti

Al via in tutta Italia gli esami di stato. E’ l’ultimo ad essere sostenuto con questa tipologia perché dal 2019 il Ministero ha introdotto sostanziali novità nelle forme di svolgimento e soprattutto di valutazione degli studenti. Con le norme attuali il voto viene determinato fino a 25 punti di credito per il curriculum degli ultimi tre anni, 30 per la prova orale e e 45 per la prova scritta (15 punti ogni prova). Mercoledì comincia, dunque, l’appuntamento più temuto dagli studenti che concludono il loro percorso quinquennale di studio. Sono 509 mila, di cui 492.698 candidati interni coinvolti, per un totale di 25.606 classi, 12.865 le commissioni. Nelle scuole iblee si presentano circa 3 mila studenti per sostenere la prova e le commissioni sono circa 70. L’Ufficio scolastico di Ragusa negli ultimi giorni ha provveduto ad integrare le commissioni con membri supplenti alla luce delle defezioni dell’ultima ora dei commissari designati.

La prima prova è quella di Italiano e le commissioni somministreranno agli esaminandi sei tracce di tema che varano da quello di cultura generale a quello di argomento artistico, scientifico oltre al saggio breve. Gli studenti avranno 6 ore di tempo per lo svolgimento. Rigorosamente vietati cellulari e tablet all’interno dell’istituto dove si svolgono gli esami. Come di consueto impazza soprattutto sulla rete il toto-tema con le indiscrezioni più fantasiose ed improbabili sulla base di tam-tam che hanno poco di scientifico e basato soprattutto sull’assenza negli anni di alcuni autori o di ricorrenze varie.

La seconda prova è in calendario giovedì 21 giugno alle ore 8.30. La durata dipende dalle discipline che caratterizzano gli indirizzi e è variabile dalle 4 alle 8 ore, tranne che per alcuni indirizzi, come i Licei musicali, coreutici e artistici, dove la prova può svolgersi in due o più giorni. Al Classico quest’anno ci sarà la versione dal greco mentre allo Scientifico si conferma quella di Matematica. La terza prova, assegnata da ciascuna commissione d´esame, è in calendario lunedì 25 e sarà elaborata dalle stesse commissioni sulla base dei programmi svolti dalle singole classi. Potrà essere utilizzata una tipologia diversa. Gli orali inizieranno subito dopo la pubblicazione degli esiti della correzione delle prove scritte e di norma le commissioni esamineranno cinque studenti al giorno. La conclusione delle operazioni, varia ,pertanto, da commissione a commissione ma è prevedibile che gli scrutini saranno pubblicati entro la prima settimana di luglio.