In Sicilia si torna a votare in autunno per le ex province

Via libera dal Consiglio dei Ministri. In Sicilia si torna a votare in autunno per le ex province. In 12 mesi sarà la quarta volta che gli elettori saranno chiamati alle urne dopo regionali, politiche e comunali. La legge votata dall’Assemblea regionale ha avuto il parere favorevole dal Cdm per l’elezione con voto diretto dei presidenti dei Liberi Consorzi. Ultimo tassello è il pronunciamento della Corte costituzionale sulla legittimità della reintroduzione del voto a suffragio diretto per l´elezione degli organi amministrativi.
La legge approvata nel mese di agosto del 2017 prevedeva che le elezioni coincidessero con la tornata amministrativa di domenica scorsa. In previsione della pronuncia della Corte costituzionale, due mesi fa l´Ars ha approvato il rinvio delle elezioni alla finestra fra il 15 ottobre e il 15 dicembre. L’ultima parola, però, sarà pronunciata il 3 luglio: quel giorno la Consulta si esprimerà sull’impugnativa, dando così quello che potrebbe essere l’ultimo via libera (o l’ennesima bocciatura) alla riforma delle Province. Un percorso iniziato più di 5 anni fa.