Scicli: per Musumeci piattaforma rifiuti a Cuturi non va

Nello Musumeci concorda. La piattaforma per il trattamento di rifiuti speciali pericolosi della Acif è nel posto sbagliato. Il Presidente della Regione ha preso atto della documentazione che l’assessore all’Ambiente, Viviana Pitrolo, e l’assessore Lino Carpino (foto) hanno consegnato compresa la delibera 125 del luglio del 2014 con la quale venne autorizzato l’ampliamento richiesto dalla Acif in contrada Cuturi. All’incontro era presente anche la deputazione regionale. «Non ho difficoltà a dirvi che se dipendesse dalla Regione, vorremmo venti impianti di trattamento di rifiuti in Sicilia, se fossero rifiuti urbani e ordinari -ha detto Musumeci-. Rispetto all´impianto in questione ci ha impressionato questa percentuale di rifiuti speciali, la localizzazione purtroppo non è la migliore, ed è questo un giudizio politico che posso esprimere anche se ogni disquisizione tecnica compete agli uffici. Non criminalizziamo gli impianti, ne prevediamo una quindicina in Sicilia, ma devono sorgere nei luoghi deputati. La nostra sarà una proposta non suscettibile di impugnativa. Se la ditta proponesse a noi Regione lo stesso impianto in altro sito, guarderemmo al progetto con un occhio assolutamente benevolo». L’amministrazione comunale ha chiesto la revoca della delibera di autorizzazione e sulla questione l’assessore regionale all’Ambiente si è impegnato a presentare entro il mese una relazione conclusiva per presentare le determinazioni del governo regionale.