Restituito al pubblico in tutto il suo splendore il dipinto di S. Giorgio

Giornata da ricordare, quella di domenica scorsa, per la chiesa di San Giorgio, dove si è svolta la presentazione del prestigioso restauro del dipinto ad olio del San Giorgio e il Drago, attribuito a Costantino Carasi (sec. XVIII). Il lavoro, durato diversi mesi, è stato finanziato dal Rotary Club Modica e dall’Inner Wheel Ragusa Contea di Modica, che hanno unito i loro sforzi per restituire al pubblico questa opera preziosa in tutto il suo splendore. Il lavoro di restauro è stato curato nella sua complessità dalla dottoressa Gaetana Ascenzo, che ne ha curato l’esecuzione. «Compito del Rotary è anche quello di promuovere la cultura attraverso il sostegno ad opere di recupero e conservazione dell’immenso patrimonio di cui dispone la nostra comunità – afferma Filippo Castellett, presidente del Club Rotary di Modica – e con quest’intervento, insieme all’Inner Wheel, abbiamo riportato alla luce una tela preziosa, che potrà essere ammirata da tutta la cittadinanza, arricchendo anche l’offerta culturale di un sito importante come la chiesa di San Giorgio».

La presentazione di quest’opera è avvenuta in occasione del 113° anniversario della fondazione del Rotary, data che ricorda come i Rotariani continuano a fare la differenza nel mondo, realizzando ogni giorno dell’anno progetti sociali che hanno un impatto sulla comunità.