Tra le prime 20 aziende siciliane per fatturato 5 sono iblee

Tra le prime 20 aziende siciliane per fatturato 5 sono iblee

Tra le prime 20 aziende siciliane per fatturato ci sono 5 società iblee. Un record per un territorio di appena 12 comuni e di modeste dimensioni ma che testimonia uno spirito imprenditoriale di primo livello se nella classifica dei “paperoni” siciliani sono annoverati a buon diritto titolari di azienda che cumulano ben un miliardo 370 milioni di fatturato. Nella classifica stilata dai ricercatori della facoltà di Economia dell’Università di Catania la Zenit del petroliere modicano Rosario Minardo si piazza all’11mo posto con 330 milioni di euro di fatturato con appena 15 dipendenti al suo servizio. Il gruppo Minardo opera nel campo della distribuzione petrolifera ed ha interessi anche in campo edilizio e dell’informazione. A seguire, 12mo, c’è la Ergon, la società consortile ragusana, ben 202 dipendenti, che opera nel campo della grande distribuzione alimentare. Il fatturato è di 300 milioni di euro. Con 280 milioni di fatturato si piazza Fdm, ovvero il gruppo Radenza, 38 unità di personale, che ha interessi diffusi nei supermercati con il logo Crai. In campo farmaceutico la D.M. Barone di Modica, 124 dipendenti, è leader in Sicilia nel proprio settore e fattura 280 milioni di euro che assicura il 14mo posto. Ultima nella classifica dei top 20 c’è la Merkant S. R. L., che ha sede a Comiso e opera sempre nel campo della distribuzione alimentare. “Solo” 180 milioni il fatturato del gruppo comisano che dichiara ben 579 dipendenti.