La Banca Agricola di Ragusa mette 3 milioni per riacquisto azioni

La Banca Agricola di Ragusa mette 3 milioni per riacquisto azioni

La Banca Agricola Popolare di Ragusa ha messo a disposizione 3 milioni di euro per il riacquisto di azioni della banca. Sarà Equita Sim a svolgere in via esclusiva l’attività di negoziazione sul mercato Hi-Mtf. Le risorse messe a disposizione dalla Bapr sono state autorizzate dall’Organo di vigilanza. Equità agirà sul mercato Hi-Mtf, in assoluta indipendenza, utilizzando, per il primo semestre di durata dell’incarico, le risorse. Il direttore generale della banca, Saverio Continella, è soddisfatto per il risultato raggiunto: “Come annunciato in occasione dell’ultima assemblea dei soci della Bapr, nelle riunioni tenute con le associazioni dei consumatori e nelle interlocuzioni con tutti gli azionisti – dichiara il direttore generale – Bapr ha posto in essere tutte le attività ammesse dall’attuale normativa per dare una risposta basata sui fatti a fronte dei disagi conseguenti alla scarsa liquidità dell’azione della banca. Con legittimo orgoglio possiamo affermare di essere la prima Banca Popolare ad avere avviato questa attività sul mercato Hi-Mtf, grazie all’ottima reputazione di cui la Banca gode ed ai suoi fondamentali economico-patrimoniali”.

“Non è stato semplice – aggiunge il presidente del Consiglio di amministrazione Arturo Schininà – raggiungere questo traguardo. Ci preme ringraziare per il lavoro svolto e la proficua interlocuzione i rappresentanti degli organi di vigilanza (Banca d’Italia e Consob), la società di gestione del mercato (HI-MTF Sim) e l’intermediario che svolgerà il ruolo di liquidity provider. L’avvio dell’operatività in tempi così rapidi è il frutto di un ottimo lavoro di squadra e ci auguriamo che questa iniziativa contribuisca a produrre un’attenzione positiva sul titolo, incrementando il controvalore degli scambi”.