La novità della fatturazione elettronica analizzata a Scicli alla presenza del vice presidente Armao

La novità della fatturazione elettronica analizzata a Scicli alla presenza del vice presidente Armao

L’ex convento del Carmine è stata la sede del convegno nazionale dell’Ordine dei commercialisti. La prestigiosa location ha accolto professionisti provenienti da ogni parte d’Italia che hanno dato vita ad interventi e dibattiti sulle problematiche più scottanti del settore. Il convegno ha visto anche la presenza del vicepresidente della Regione, Gaetano Armao, che ha portato il saluto del presidente Nello Musumeci. La fatturazione elettronica è stato uno degli argomenti oggetto di esame. Ernesto Gatto, rappresentante del Cndcec a Bruxelles nel Tax policy group di Accountancy Europe, ha portato avanti un excursus che ha fatto comprendere la genesi per cui l’Italia ha adottato questo provvedimento per il momento così contestato. “Noi, piuttosto che combatterla, questa ineluttabilità – ha sottolineato – dovremmo forse cavalcarla visto che, rispetto agli altri Paesi europei, possiamo adesso contare su una esperienza non da poco”.

Domenico Navarra, amministratore delegato di Studio Bost, ha illustrato i contenuti del sistema Convergence, un software operante nell’ambito di un motore di intelligenza artificiale, che è capace di trattare le fatture elettroniche imitando, in qualche modo, la mente umana. Ai lavori presente anche Laura Paxia, deputato nazionale, componente della commissione Attività produttive alla Camera, che ha spiegato come l’obiettivo del Governo è quello di fare in modo che attraverso la semplificazione si possa arrivare a tagliare traguardi di un certo tipo. Di welfare attivo e passivo, nella precedente tavola rotonda aveva parlato Paolo Longoni, consigliere di amministrazione della Cassa previdenza ragionieri, che ha illustrato delle misure nuove.