“Architettura in trasformazione”: approccio innovativo e in rete in un settore che si evolve

“Architettura in trasformazione”: approccio innovativo e in rete in un settore che si evolve

“Architettura in trasformazione” è stato il tema del convegno tenutosi alla Galleria Katane alla presenza di professionisti e tecnici del settore. La necessità di un approccio innovativo e in rete in un settore in rapida evoluzione è stato il filo conduttore del convegno che ha registrato come l’architettura oggi stia subendo cambiamenti radicali sia negli aspetti tecnici sia formali. In Sicilia, per esempio, il restauro di edifici storici, il riuso di strutture dismesse e la ristrutturazione di edifici esistenti vanno di pari passo con il miglioramento delle prestazioni sismiche, energetiche e biosostenibili. Questi argomenti, come ha rilevato Mark Cannata nel suo intervento, sono al centro di una rivoluzione del modo di progettare, costruire e vivere il tessuto urbano. Il relatore ha spiegato con l’aiuto di esempi importati progetti internazionali sui quali ha lavorato le difficoltà che ha incontrato e le soluzioni e le metodologie innovative che possono essere applicate a tutti i livelli. “Questa trasformazione in atto – ha detto Mark Cannata- non è solo limitata agli edifici ma si estende anche al modo di progettare e di strutturare gli studi di architettura. Per esempio uno studio siciliano può lavorare oggi in rete con il Regno Unito e la Nuova Zelanda sfruttando il favore dei fusi orari doversi e condividendo il lavoro. Questo approccio collaborativo porta ad avere una maggiore efficienza e qualità del progetto , contenendo costi e tempi a beneficio del committente”. Cannata ha poi portato l’esempio di una piccola costruzione a Cava Ispica che è diventata una casa per una famiglia. L’edificio originario del 18mo secolo riprende l’idea originaria del vivere fuori dalle spesse mura di pietra e piuttosto lancia l’idea della vita all’interno con nuove superfici e nuovi volumi. Il progetto dello studio ZeroZero è stato concepito per facilitare la ventilazione naturale eliminando l’utilizzo di aria condizionata. Questa casa di 50 metri quadrati grazie a pannelli mobili, angoli, mobili su misura diventa flessibile e funzionale. Il progetto “House over Cave” ha vinto il premio internazionale 2019 di architettura “Big See” per la sezione “architettura residenziale”.