I Luoghi dell’anima a Modica coinvolgono anche gli studenti

“I Luoghi dell’anima” è il progetto finanziato dalla Regione Siciliana (Dipartimento dell’Istruzione, dell’Università e del Diritto allo studio) su richiesta avanzata dall’ Associazione culturale Via di Modica, “Chiesa rupestre di San Nicolò Inferiore”. Il progetto è svolto nell’ambito dei Percorsi per le Competenze Trasversali e l’Orientamento e vedrà coinvolte anche 3 classi dell’istituto superiore “Tommaso Campailla”. L’iniziativa mira alla conoscenza di alcuni fra i maggiori centri del Val di Noto, visti attraverso gli occhi di scrittori e poeti siciliani che vi hanno vissuto e che sono riusciti a carpirne l’identità, a comunicarne le emozioni ed a farle rivivere attraverso le loro pagine letterarie. La letteratura consente, infatti, di reinterpretare un evento e di significarne i luoghi, di coglierne l’anima, in un armonico connubio tra paesaggio e patrimonio culturale. L’analisi dell’ambientazione territoriale di romanzi, racconti, novelle, poesie diventerà, per gli studenti, una fonte di conoscenza dell’identità siciliana e di valorizzazione del nostro territorio. Una nuova strategia cognitiva messa in atto attraverso la lettura di libri e le visite guidate, per trasmettere ai giovani i valori intrinseci (naturali, storici, culturali) della nostra comunità locale da proteggere, conservare e rivitalizzare. Il progetto “i luoghi dell’anima” vedrà anche l’intervento straordinario di Alessandro Quasimodo, figlio del poeta premio Nobel per la letteratura Salvatore Quasimodo, e di Iman Mansub Basiri, docente del dipartimento di Letteratura Italiana e Persiana presso l’Università di Teheran, che terrà un incontro sul poeta netino Ibn Hamdis e sulla letteratura persiana.