Giornate Fai Primavera nel Ragusano: bilancio molto positivo

Giornate Fai Primavera nel Ragusano: bilancio molto positivo

Sia a Ragusa che ad Ispica sono state le massime autorità civili e le militari ad inaugurare le aperture della Delegazione Fai di Ragusa. La Stazione di Ragusa Ibla e l’ex caserma di Ispica ora sede dell’Associazione Nazionale Carabinieri che poi, nel corso del fine settimana dedicato alle “Giornate Fai di primavera”, sono state oggetto della visita e della attenzione di centinaia di visitatori. I volontari del Fai, i militari dell’Arma (nell’inedito ruolo di “ciceroni”) e i volontari dell’Associazione Nazionale Carabinieri, della Croce Rossa Italiana e della Società di Storia Patria di Ispica hanno accolto i tanti desiderosi di approfondire la ultracentenaria storia dei militari tutori dell’ordine. Uniformi, foto d’epoca, racconti, e il tutto inserito nei locali delle due storiche sedi che hanno mostrato l’attività dell’Arma. Il Colonnello Gainelli (Comandante Provinciale dei Carabinieri di Ragusa) e l’avvocato Polara (capo delegazione del Fai di Ragusa) hanno sottolineato l’importanza della sinergia creata tra l’Arma ed il Fai nella realizzazione dell’evento, alla luce della condivisione di intenti nella tutela, conoscenza e valorizzazione del nostro patrimonio storico e architettonico, nella prospettiva di ulteriori progetti comuni in vista delle giornate Fai di autunno. Il gradimento dei visitatori è stato notevole, e il bilancio complessivo della due giorni è certamente assai positivo. Nonostante il covid, verrebbe da dire, che per quanto messo alle strette, costringe ancora alle necessarie e giuste misure di tutela e prudenza. Eppure, il forte desiderio di socialità e cultura ha spinto molti visitatori (e non pochi da fuori provincia) a partecipare alla proposta.