La poesia di Quasimodo da Modica a Città del Messico

La poesia di Salvatore Quasimodo viaggia da Modica a Città del Messico. Un incontro dal titolo “Tra vicoli e Poesia” si è tenuto in modalità virtuale dalla casa natale del Nobel, in via Posterla 84, con il dipartimento di Celex Santo Tomas dell’istituto Politecnico National e con l’Ambasciata di Città del Messico. E’ stata l’occasione per tanti studenti messicani di conoscere e rivivere l’opera del grande poeta di Sicilia che diede, attraverso la sua poesia, fisicità all’isola e alla sua città natale. Un “viaggio sentimentale,” eccezionalmente on line, ideato e curato dall’Associazione culturale VIA, in collaborazione con l’Associazione culturale Proserpina “Museo casa natale Salvatore Quasimodo”, cui hanno dato un importante contributo le docenti Graziella Puccia e Gloria Hernandez.

L’incontro è stato scandito dalla lettura di poesie e di lettere a cura di Alessandro Quasimodo, in collegamento dalla sua casa di Milano, il quale ha fatto rivivere il legame del padre con la città natale. Una continuità che è stata vivificata negli ultimi anni dalla sempre più frequente presenza di Alessandro presso la casa natale del padre, dove ha tenuto incontri e dibattiti in diverse occasioni. L’incontro, in modalità on line, è risultato originale ed ha permesso di scoprire Quasimodo, i suoi legami affettivi e con quel mondo mitico in cui vibra il segreto di una parentela misteriosa, crudele e vivificante, tra l’uomo/poeta ed la sua terra natia: “La Sicilia “Impareggiabile”