L’emissione del Francobollo Scicli incentiva e premia la città

Corriere di Ragusa Attualità

L’emissione del Francobollo Scicli incentiva e premia la città

SCICLI – L’emissione del Francobollo Scicli, per decisione del Ministero del Made in Italy, conio della Zecca dello Stato e distribuzione di Poste Italiane rappresenta un atto di volontà con cui lo Stato Italiano ha certificato l’importanza della città come valore nazionale. È stato celebrato venerdì pomeriggio, nella stanza del sindaco Mario Marino, alla presenza della giunta comunale, l’annullo del primo francobollo Scicli alla presenza del funzionario del Ministero per il Made in Italy il dottor Giuseppe Giuffrida, della dottoressa Roberta Sarrantonio, in rappresentanza della Struttura nazionale Filatelia di Poste Italiane, e del dottor Biagio Di Maria, responsabile della macro area Sicilia della Filatelia di Poste. L’azione, intrapresa dal sindaco Marino, con il lavoro della “Scicli Film Commission” e la scelta della foto di San Matteo donata dal fotografo Luigi Nifosì, rappresenta un momento di brand e di promozione territoriale che eleva lo standing di Scicli in un posizionamento sempre più nazionale, come le città italiane più importanti e rappresentative del Paese Italia. Oltre al francobollo Poste ha realizzato le cartoline, mentre bisognerà attendere settembre per il folder completo con un cofanetto per collezionisti.

Il francobollo, del valore di € 1,25 (tariffa B), è stato stampato in una tiratura limitata di 200.004 esemplari e presentato in fogli da 28 esemplari ciascuno. È stato realizzato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., utilizzando la tecnica della rotocalcografia su carta bianca, patinata neutra, autoadesiva e non fluorescente. Il design è stato curato dall’artista Tiziana Trinca. È disponibile online cliccando qui.

Condividi questo