Iblea Acque, ordine pubblico e utilizzo ex Mercato: nodi a Ispica

Corriere di Ragusa Politica

Iblea Acque, ordine pubblico e utilizzo ex Mercato: nodi a Ispica

ISPICA – Una richiesta di convocazione del Consiglio comunale di Ispica è stata avanzata dai 4 consiglieri di opposizione di Rinascita Ispicese e CambiamoDavveroIspica, entrambe federate a Sud chiama Nord, e del Partito Democratico. Serafino Arena, Antonella Denaro, Paolo Monaca e Gianni Stornello chiedono un dibattito in aula sulla controversa vicenda di Iblea Acque, sullo stato preoccupante dell’ordine pubblico nel centro urbano e nel territorio e sull’utilizzo dell’ex Mercato di corso Umberto.

Su Iblea Acque, la società pubblica che gestisce il servizio idrico integrato ad Ispica, i consiglieri rilevano come, ad un anno dall’inizio, i rapporti fra comune e società siano già conflittuali, visto il contenzioso per il recupero di una somma di oltre due milioni di euro per i consumi di energia elettrica fatturati al Comune di Ispica ma relativi al periodo Aprile-Dicembre 2023, quando il servizio era già stato preso in carico da Iblea Acque. Preoccupa il fatto che tale somma, peraltro soggetta ad aumentare, visto che la società non ha eseguito le volture delle forniture di energia elettrica, costituisce un danno all’erario. I 4 consiglieri si rendono inoltre portavoce del diffuso allarme per il mantenimento dell’ordine pubblico nelle ore serali nei luoghi della cosiddetta “movida”, dove recentemente si è verificato un grave accoltellamento al culmine di una lite fra giovani ventenni, e in quelle notturne nella fascia costiera, dove i furti con scasso non vengono neanche denunciati, tale è la sfiducia e lo scoraggiamento di chi li subisce.

Sull’utilizzo dell’ex Mercato di corso Umberto, viene infine sollecitato un confronto pubblico anche alla luce delle richieste di concessione presentate e dei progetti in essere, al fine di valorizzare il prezioso immobile e conferirgli una funzione utile alla rigenerazione urbana. “L’importanza delle tematiche poste richiede la massima attenzione – dichiarano i consiglieri di Rinascita Ispicese, Arena e Denaro – da parte della Amministrazione e lo scopo di tale richiesta, sempre costruttivo, da parte nostra, è prova della necessità di porre sempre Ispica e i suoi cittadini prima di tutto”. “Abbiamo sempre esercitato il nostro ruolo in modo serio, responsabile e propositivo – dichiara il consigliere di CambiamoDavveroIspica, Paolo Monaca – ed oggi con la nostra iniziativa desideriamo stimolare un dialogo e un confronto in un attuale contesto economico-sociale frammentato e fragile che, piuttosto, avrebbe bisogno di sicurezza, di legalità e di certezze”. “Sono tre questioni diverse, ma tutte delicate ed importanti – dichiara il consigliere del Pd, Gianni Stornello – sulle quali crediamo fondamentale il coinvolgimento del Consiglio comunale. Invitiamo l’Amministrazione e il resto del Consiglio ad esprimersi in un libero confronto di idee che può solo offrire contributi importanti alla ricerca delle soluzioni”.

Condividi questo