Il Pompei sbanca il Barone 1 a 2. Tutto rinviato alla gara di ritorno della finale play off nazionali di Eccellenza per il Modica Calcio: a Savasta & Co servirà un’impresa

Corriere di Ragusa Sport: Calcio

Il Pompei sbanca il Barone 1 a 2. Tutto rinviato alla gara di ritorno della finale play off nazionali di Eccellenza per il Modica Calcio: a Savasta & Co servirà un’impresa

MODICA CALCIO – POMPEI 1 – 2
Marcatori: 10’ Azzara (M), 63’ Guarracino (P), 79’ Caso Naturale (P)
MODICA CALCIO: Marino, Parisi, Diop, M. Trovato, Ballatore (79’ Biondi), Palermo, Alfieri, Palmisano (85’ Agodirin), Azzara (74’ Famà), Savasta, Cacciola (90’ Incatasciato). A disp.: N. Trovato, Ababei, Vindigni, Yu Suwa, Prezzabile. All.: Settineri
POMPEI: D’Agostino, Balzano, Velotti, Di Girolamo (76’ Riccio), Tomolillo, Baumwollspinner, Tarascio (60’ Guarracino), Casillo (90’ Salvati), Caso Naturale, Malafronte (82’ Matute), Di Paola (74’ Liccardo). A disp.: Mele, Arrivoli, Salvati, Marzano, Simonetti. All.: Scarlato
Ammoniti: Ballatore (M), Famà (M), Riccio (P)
Espulsi: Prezzabile (M) a fine primo per una mischia al rientro negli spogliatoi.
Corner: Modica Calcio 6 – Pompei 4
Minuti di recupero: Primo Tempo: 5’ – Secondo Tempo: 5’
Arbitro: Nenad Radovanovic (Sezione di Maniago)
Assistenti: Matteo Crippa (Sezione di Lecco), Ahmed Maher Said I. Eltantawy (Sezione di Chiari)
IV Uomo: Alessandro Gervasi (Sezione di Cosenza)

Si conclude 1-2 per il Pompei la gara di andata della Finale dei Play Off Nazionali di Eccellenza disputata al Vincenzo Barone. Davanti al pubblico delle grandi occasioni con una cinquantina di supporters arrivati da Pompei, i Tigrotti di Settineri passati in vantaggio presto, mancano il colpo del 2-0 e subiscono la rimonta della squadra campana che nella ripresa complice anche una prestazione opaca del Modica, torna a Pompei con un vantaggio importante in vista del ritorno.

Primo tempo spezzettato con momenti di tensione tra i 22 in campo con Prezzabile che al rientro negli spogliatoi si vede sventolare il cartellino rosso. Il Modica tenta di sorprendere la retroguardia di Scarlato in ripartenza, gli ospiti cercano attraverso un possesso palla fitto di trovare il varco giusto ma la difesa modicana rischia solamente in una circostanza quando Marino con un grande doppio intervento conserva il preziosissimo vantaggio siglato dopo appena 10’ da Azzara al secondo centro nei playoff. Al 2’ un colpo di testa di Palmisano sugli sviluppi di un corner calciato da Cacciola finisce alto. Al primo vero affondo il Modica passa con un’incornata di Azzara che su un traversone di Cacciola non lascia scampo a D’Agostino. Al 10’ i Tigrotti sbloccano già il match. Gli ospiti provano a reagire al 17’ con una botta su punizione di Di Girolamo, che la folta barriera del Modica respinge. Nell’occasione Cacciola colpito in pieno rimane a terra stordito ma si ristabilisce prontamente.

Nei primi 30’ campani molto imprecisi e mai pericolosi dalle parti di Marino costretto ad intervenire unicamente su Malafronte pescato tuttavia in off-side. Al 35’ conclusione mancina di Caso Naturale che termina sopra la traversa. Al 37’ Alfieri respinge con la schiena in angolo un tentativo di Baumwollspinner. Sul corner seguente in favore dei campani, il Modica recupera palla e riparte in contropiede con Cacciola, il numero 9 modicano allarga il gioco verso Azzara che innesca prontamente Diop, il centrale senegalese dopo aver percorso tutto il campo incespica sciupando un facile tap-in a porta sguarnita. Al 39’ calcio di punizione in favore dei partenopei ma Di Paola sbaglia completamente la mira. In pieno recupero Malafronte potrebbe pareggiare, ma l’estremo difensore Marino si esalta due volte respingendo di piede e salvando il risultato. Si va al riposo con i Tigrotti in vantaggio 1-0, ospiti che peccano di precisione nell’ ultimo passaggio.

Nella ripresa i partenopei di Scarlato partono forte e costringono il Modica sulla difensiva. I Tigrotti non disdegnano le ripartenze ma sembrano a corto di energie e alla prima vera chance capitolano. Al 46’ Palermo calcia ma D’Agostino in due tempi para. Al 63’ il neo entrato Guarracino su corner di Caso Naturale svetta su tutti insaccando di testa il pareggio. La rete subita tramortisce i padroni di casa e al 79’ il Pompei ribalta la situazione con lo stesso Caso Naturale che trafigge Marino con un tiro non irresistibile ma efficace. I campani trovano anche il tris all’ 82’ con Guarracino ma il fuorigioco grazia il Modica che può ancora sperare.

I rossoblù della Contea, scampato il pericolo, provano il tutto per tutto con gli ingressi di Famà e Agodirin. All’ 86’ calcio di punizione battuto da Palermo sulla trequarti, Savasta gira di testa ma debolmente. All’ 88’ Agodirin trova sulla propria strada lo straordinario intervento di D’Agostino. Modica ad un passo dal pareggio. Al 91’ una conclusione angolatissima di Palermo coglie il palo interno facendo gridare al gol, Agodirin sul proseguo cade per terra ma il gioco continua. Al 96’ il Signor Radovanovic fischia la fine del match che decreta il successo dei partenopei.

Tra 7 giorni al Modica di Settineri, che dovrà rinunciare a Ballatore, Famà e Prezzabile per squalifica, servirà un successo 2-0 al Bellucci di Pompei per sognare ancora la promozione nel campionato dilettanti. In caso di una rete campana I Tigrotti dovrebbero realizzarne tre. Alla squadra di Scarlato basterà anche una sconfitta 0-1. In caso di successo 2-1 del Modica al 90’, si giocherebbero i tempi supplementari e rimanendo la parità si andrebbe ai tiri dal dischetto.

Condividi questo