Corriere di Ragusa Sport: Calcio

Vittoria cade a Gela ed è fuori dai play off

Calcio, Promozione/ Play off

Gela-Vittoria: 2-1 (d.t.s)

Marcatori: pt 22’ Bojang: st 10’ Pira su rigore: 1’pt suppl. 14’ Brasile

Gela: Pandolfo, Golisano, Cosentino, Pira, Tuvè, Minolfi, Floridia, Mauro, Scerra, Deoma, Nicolosi. All. Frusciana

Vittoria: Mangione, Veca, Marino, Barbaro, Sferrazza, Iapichino (10’st Rotondo), D’Agosta, Busacca ( 5’stColletta), Conteh (10’st Charty), Bojang, Incardona (35’st Assenza, 1’pts Leone). All. Catania

Il Vittoria ha nelle mani la finale play off ma se la lascia sfuggire. Al “Presti” è stata una prestazione a due facce dei biancorossi che giocano bene il primo tempo e vanno in vantaggio, “rischiano” di raddoppiare ma si fanno riprendere nella ripresa per poi cedere definitivamente quasi rassegnati. Il Vittoria chiude in 9 uomini e senza portiere tra i pali perché tutti i cambi erano già stati sfruttati da Catania quando Mangione è dovuto uscire per infortunio. E’ stato un finale convulso, e non poteva non essere così vista la posta in palio ed il Vittoria ha finito addirittura in 9 uomini per l’espulsione nel finale di Rotondo. Il gela va in finale con l’Atletico Catania anche perché è stato bravo a rientrare in partita e a gestire il risultato con una prestazione di mestiere dei vari Pira, Scerra e Deoma. Vittoria, invece, incapace, di piazzare il colpo del ko. quando è stato padrone della partita.

Nel primo tempo è Bojang ad inserirsi bene e a portare i suoi in vantaggio. Ci sono poi occasioni ottime per Incardona e lo stesso Bojang che non vengono sfruttate a dovere. Nella ripresa il Gela si porta avanti e trova un rigore, contestato dagli ospiti. Scerra si inserisce sulla destra e cade tra Veca e Sferrazza che intervengono in contemporanea. Per l’arbitro è rigore e Pira trasforma. Comincia un’altra partita perché i locali sono ora carichi e motivati. Il Vittoria, tuttavia, non cede e si va ai supplementari. A fine primo tempo l’episodio che decide. Punizione dalla destra e Mangione che esce. Il portiere batte contro un suo compagno, perde alla e Brasile la adagia in rete. Catania non può mandare in campo il sostituto e sceglie Colletta tra i pali. Il pressing finale non serve e i biancazzurri fanno festa.