Per il Modica è stato un anno al top

Corriere di Ragusa Sport: Calcio

Per il Modica è stato un anno al top

Calcio, Eccellenza/B

Il Modica fa il bilancio del suo anno. Due campionati a cavallo, una nuova società, una promozione e una Coppa Sicilia. I risultati non sono mancati in casa rossoblù e sono in piena sintonia con quanto la nuova società, costituita nel luglio del 2021, aveva programmato. La triade iniziale formata da Mattia Pitino, Danilo Radenza e Salvo di Raimondo ci hanno messo entusiasmo, imprenditorialità e risorse mettendo a disposizione del tecnico Giancarlo Betta una squadra del tutto rinnovata e poi rinforzata cammin facendo. La lotta al vertice con il Mazzarrone si è poi risolta in favore dei rossoblù proprio all’ultima giornata sul campo degli etnei ed è venuta anche la Coppa per la prima volta nella storia quasi centenaria della società. Perché l’anno che si chiude ha segnato anche i 90 anni della nascita del Modica Calcio che non poteva essere meglio celebrata. La stagione in corso, che si chiuderà a maggio vede il Modica impegnato al massimo nella lotta al vertice insieme a Nuova Igea, Taormima e Siracusa. La dirigenza cui si è aggiunto in corso d’opera Luca Gugliotta, ha cambiato timoniere passando da Betta a Pino Rigoli e cambiando radicalmente i connotati della squadra nella speranza di entrare l’obiettivo serie D, che resta prioritario nei programmi. I quattro giovani dirigenti sottolineano dal loro canto un risultato non solo sportivo: “Il successo per noi più importante – affermano ancora i quattro vertici del Modica Calcio – è quello di aver riportato entusiasmo in città attorno alla squadra, come viene testimoniato dalla presenza di tanti tifosi e, soprattutto, di tanti bambini, allo stadio in ogni gara casalinga, ma anche dal clima di attesa che si vive in vista di ogni match. Era questo il nostro obiettivo principale e dobbiamo continuare su questa strada. Il bilancio del 2022 è positivo, ma lavoreremo con entusiasmo e passione affinché anche il 2023 sia un anno da ricordare”. Restano 15 partite e 4 punti da recuperare alla capolista per centrare l’obiettivo promozione.

(da sx Luca Gugliotta, Salvo Di Raimondo, Mattia Pitino, Danilo Radenza)