Vittoria: Costantino se ne va, ritorna Catania

Corriere di Ragusa Sport: Calcio

Vittoria: Costantino se ne va, ritorna Catania

Calcio, Promozione/D

Rivoluzione Vittoria. Ancora un cambio di panchina per i biancorossi. Dario Costantino lascia e la società ha richiamato Alessio Catania (foto), cui era stato dato il benservito poco più di un mese fa. Costantino ha motivato la sua rinuncia con motivi strettamente familiari e lo ha motivato in una lettera resa nota dalla dirigenza in cui, tra l’altro, si legge: “Per la prima volta dopo 15 anni che alleno sono costretto a rassegnare le dimissioni per problemi personali. Non ci sono abbastanza parole per ringraziare gli uomini prima che i calciatori che si sono dedicati completamente al progetto. Sono stati 3 anni di alti e bassi ma abbiamo sempre dato tutto per questa maglia e di questo ve ne sono grato. Ringrazio la dirigenza tutta per avermi dato la possibilità di tornare per la terza volta. Sono desolato di dover lasciare un gruppo così coeso. Ringrazio tutti di cuore per disponibilità e affetto dimostrato. Ed un ringraziamento anche i tifosi del Vittoria. Mi mancherete tutti. Scusatemi”. Le dimissioni sono arrivate come un fulmine a ciel sereno sul tavolo del presidente Totò Miccoli che ha preso atto e non ha perso tempo richiamando Alessio Catania. Il tecnico gelese si metterà subito al lavoro per cercare di recuperare il terreno perduto.

Il Vittoria è infatti fuori dalla Coppa Italia e a 8 punti dalla capolista Gela in campionato. La società ha investito   nel rinnovamento della rosa perché con Dario Costantino sono arrivati ben sette giocatori che hanno irrobustito tutti i reparti a cominciare dall’attacco. Dal Comiso sono infatti arrivati Conteh e Bojang e dal Misterbianco il capocannoniere del girone Fisichella. Non è servito a molto perché i nuovi innesti hanno avuto poco tempo per integrarsi e sono arrivate sconfitte inopinate come quella casalinga con il Frigintini mentre in Coppa il Vittoria non è riuscito ad uscire indenne dal campo del Fulgatore nel ritorno dei quarti di coppa Sicilia. Alla squadra del presidente Totò Miccoli restano 13 partite per recuperare il terreno perduto ma è impresa ardua perché il Gela, che ha vinto il recupero sul campo dello Scordia è avanti di 8 punti e davanti al Vittoria ci sono FCM Misterbianco e Atletico Catania. Il compito di Alessio Catania è duro e bisognerà vedere quale sarà l’impatto del suo ritorno in tutto l’ambiente