Per il Ragusa giornata nerissima con 5 gol al passivo e 2 espulsi. Trapani fa festa al “Campo”

Corriere di Ragusa Sport: Calcio

Per il Ragusa giornata nerissima con 5 gol al passivo e 2 espulsi. Trapani fa festa al “Campo”

Calcio, serie D/I

Ragusa-Trapani 1-5: pt 37’ Carboni, 44’  Romano ; st 5’ Cangemi, 16’ Varela, 25′, 27′ Merkaj

RAGUSA (3-5-2): Busà; Falla (46′ Messina), Ferretti (76′ Marfella), D. Strumbo; Vitelli, Meola, Valenca, Grasso (51′ Varela), Cacciola; Catalano, Randis. A disp.: Lumia, Napoli, Barbara, Felici, Gozzo, Iseppon. All. Raciti.

TRAPANI (3-5-2): Summa; Soprano, Gonzalez, Carboni (62′ De Pace); Cellamare (62′ Oddo), Marigosu (77′ Matese), Cangemi (71′ Civilleri), Kosovan, Romano; Mascari, Musso (71′ Merkaj). A disp.: Cultraro, Mangiameli, Mokulu, Falcone. All. Monticciolo.

ARBITRO: Albano di Venezia

NOTE: ammoniti Randis, Valenca, De Pace. Espulsi: al 1′ Cacciola e Mascari per reciproche scorrettezze; al 28′ Randis per doppia ammonizione; al 35′ Raciti per proteste

Giornata da dimenticare per il Ragusa. Niente è andato per il verso giusto agli azzurri a cominciare dal vento che ha imperversato sul “Campo” ed ha condizionato non poco la gara. Altro fattore è stata la direzione arbitrale che ha orientato la gara in modo decisivo. Dal primo minuto dopo una rissa scoppiata tra tutti i giocatori per un fallo inutile Cacciola e Mascari hanno preso la via degli spogliatoi. A poco più della mezzora del primo tempo è stao il bomber Randis ad essere espulso per una doppia ammonizione, di cui la seconda veramente evitabile. Ragusa in nove e trapani in superiorità che non si lascia pregare e va in rete due volte prima del riposo. I granata ospiti impostano il gioco e si rendono pericolosi con Kosovan che ha colpito il palo. Poi i nervi tesi portano  Raciti alle proteste e alla sua espulsione. Nel momento di maggiore difficoltà del Ragusa, il Trapani sfrutta il calcio d’angolo battuto da Marigosu ed insaccato di testa da Carboni. Nel finale del primo tempo, complice anche il forte ed imprevedibile vento presente, Romano trova il raddoppio con il suo tiro-cross dalla sinistra, imparabile per Busà. Alla ripresa, il Trapani ancora una volta si rende protagonista, con Cangemi che mette a segno il tris, dopo il recupero della sfera in area offensiva. Il Ragusa prova a riaprire il match con la rete di testa di Varela, sfruttando l’imprecisione di Soprano. Il gol degli iblei, però, non porta alla reazione voluta. Monticciolo mette in campo Merkaj che sfrutta al massimo i minuti in campo. Doppietta per lui in pochissimo tempo, a seguito di azioni singole che lo hanno portato alle prime reti con la maglia granata. Per il Ragusa è notte fonda e con tanto da meditare. Una squadra matura non può cadere nella rete delle proteste e dovrebbe mantenere i nervi saldi. Gli azzurri hanno pagato a caro prezzo ma hanno tutti i mezzi per riprendere la marcia.

Le partite della 13ma giornata di andata (27 nov. 2022):
Catania-Acireale: 1-0

Sant’Agata-Castrovillari: 3-1

Licata-R. Aversa: 2-1

Locri-Canicattì: 3-1

Paternò-Citanova: 1-3

Rgausa-Trapani:1-5

San-Luca-S.M Cilento: 2-2

Mariglianese-Lamezia: rinviata

Vibonese-Sancataldese: 1-1

La classifica

Catania 35

Vibonese 22

Lamezia 22*

Locri 22*

Sant’Agata 21

Ragusa 20

Licata 19

Castrovillari 18

Trapani 18

San Luca 16

Real Aversa 15*

Santa M. Cilento 14

Sancataldese 13

Paternò 13

Canicattì 12*

Cittanova 12

Acireale 12

Mariglianese**

** 2 partite in meno

*Una partita in meno